Si è concluso con successo il Press Tour “Slowly in Salve”, iniziativa di ospitalità rivolta a un gruppo di giornalisti italiani e stranieri che si è svolta dal 28 al 30 settembre scorso in occasione della “Giornata Nazionale dei Borghi Autentici”, realizzata in tutta Italia il 29 settembre 2019, nell’ambito del progetto speciale dal titolo “Luoghi della lentezza e del saper fare”, organizzata dal giornalista Maurizio Antonazzo, responsabile comunicazione della Fondazione De Finibus Terrae.

Nei tre giorni di visite guidate, accolti dal sindaco di Salve Francesco Villanova, gli ospiti hanno ammirato Palazzo Ramirez e il “Tesoretto di Salve” custodito all’interno, il frantoio sotterraneo “Le Trappite”, la Chiesa Matrice di San Nicola Magno, Palazzo Ceuli, la Chiesa di Sant’Antonio da Padova e la Chiesetta dei Santi Cosma e Damiano. Hanno visitato il borgo antico, la Masseria Santu Lasi, la Frazione di Ruggiano con il Santuario di Santa Marina.

Attraverso azioni di co-marketing, alcuni artigiani maestri della lavorazione artigianale tipica sono stati interessati al programma dell’iniziativa di ospitalità, trasferendo la conoscenza del lavoro artigianale del ferro battuto e della pasticceria artigianale, ma anche dei telai antichi, con un breve excursus storico sulla storia della tessitura tradizionale salentina. Inoltre, presso un panificio del borgo antico sono stati protagonisti della “Panificazione partecipata” del pane e dei prodotti da forno tipici salentini. Hanno visitato alcune aziende agroalimentari locali, degustandone i prodotti, e seguito la proiezione del docufilm sull’archeologia e civiltà contadina di Salve “Terrarussa e Petre”.

Il Press Tour ha inteso promuovere la qualità e l’esperienza contrapponendosi al turismo di massa, veloce e di consumo che poco valorizza le tipicità di un luogo, per rendere noti itinerari finalizzati a valorizzare e incrementare il turismo durante la bassa stagione, rivolti a viaggiatori attenti e colti.
Da Barbarano del Capo, i giornalisti hanno percorso l’itinerario “Cammino di Leuca”, con partenza da Leuca Piccola verso Leuca, percorrendo l’ultimo tratto delle tre direttrici storiche del Salento, riprese e valorizzate dal Parco Culturale Ecclesiale “De Finibus Terrae”.

Il gruppo di giornalisti ha anche realizzato una passeggiata assieme ai soci di Legambiente nel territorio rurale di Salve e hanno partecipato al convegno “Salve: luogo della lentezza e del saper fare. Hanno inoltre visitato il “Parco Archeologico Diffuso” di Salve (dolmen, tumulo funerario – necropoli Macchie Don Cesare) e, con un’escursione a mare in barca, hanno ammirato le Marine di Salve (Bandiera Blu 2019), Posto Vecchio – Pescoluse – Torre Pali.