La strategia del Parco Culturale Ecclesiale prevede la gestione di una rete di servizi a supporto dei flussi viaggiatori, con particolare riferimento alle persone mosse da motivazioni devozionali e culturali, che trovano la loro massima espressione verso il Santuario di Santa Maria di Leuca – De Finibus Terrae.

La Fondazione ha attivato un partenariato internazionale e sta disegnando azioni locali volte a valorizzare le tre principali direttrici storiche del Salento: la via Sallentina, la via Traiana Calabra e la via Leucadense.

Il Parco ha firmato una convenzione con Cammini d’Europa, per assicurare la perfetta idoneità dei percorsi agli standard internazionali, nonché entrare a far parte di una consolidata e autorevole rete di cooperazione transfrontaliera. Allo stesso scopo, va costituendo un comitato locale della Federazione Italiana Escursionismo, a sua volta parte della Federazione Europea (ERA-EWV-FERP) che associa 58 realtà in rappresentanza di 32 Nazioni, con circa 3.500.000 di tesserati.

Con i 18 Comuni del Capo di Leuca, assieme alla Provincia di Lecce, all’Area interna “Sud Salento”, all’Unione dei Comuni “Terra di Leuca” e al GAL “Capo di Leuca”, mons. Vito Angiuli ha benedetto il 28 maggio 2017 la posa della prima pietra miliare di questi rinnovati cammini, da percorrere lentamente, a piedi e in bicicletta, oggi come ieri, per ritrovare il senso più profondo della nostra umanità.
Ed essere nuovo punto di incontro per viaggiatori, viandanti, turisti e ogni altro migrante che transiti per Leuca nella sua ricerca.

Questo sito vuole diventare un riferimento per quanti interessati allo sviluppo sostenibile attraverso la mobilità dolce, o anche semplicemente mettere un piede dinanzi all’altro, lentamente, per attraversare il Salento più autentico vivendo esperienze immersive, in grado di offrire un senso al viaggio e… di cambiare la vita!