A venticinque anni dalla scomparsa, la figura di don Tonino Bello continua a far germogliare segni straordinari nel territorio del Salento: il profeta di Pace ha ispirato la nascita della “Carta di Leuca”, laboratorio euromediterraneo per la Pace.

Il Parco Culturale Ecclesiale raccoglie l’eredità umana, morale e spirituale del “Vescovo degli ultimi” e – dopo la visita pastorale di Papa Francesco nell’aprile 2018 – prosegue nel suo ampio programma di attività volte a promuovere la convivialità delle differenze.

Rivolgendosi a visitatori, pellegrini e scuole, la Fondazione “De Finibus Terrae” offre visite ai luoghi di don Tonino, gestendo il punto informativo e di accoglienza presso l’area cimiteriale di Alessano, dove riposano le spoglie del “servo di Dio”.

Ma l’ispirazione è andata molto oltre, con lo sviluppo di Carta di Leuca, il laboratorio di dialogo interculturale e interreligioso dei giovani che abitano le diverse sponde del Mediterraneo, che nel cuore dell’estate – ogni agosto – diventa un meeting internazionale e una silenziosa marcia notturna che promuove i diritti umani e la Pace, senza confini e senza barriere.

Un’intera sezione di questo sito è dedicata ai luoghi in cui don Tonino è nato, ha operato e ora riposa. Un’altra sezione racconta le storie di incontro tra i giovani partecipanti a Carta di Leuca, che dal 2016 si incontrano qui nel Salento per camminare insieme e sperimentare la diplomazia del dialogo.